Pizzeria Orsucci: tra storia e gusto

A pochi passi dal Prato della Valle, una delle piazze più grandi d’Europa, si trova un locale molto piccolo, ma con una grande tradizione. Nata a Padova nel 1922, la Pizzeria Orsucci è un punto di ritrovo per studenti, affezionati clienti, ma anche incuriositi turisti. Ben conosciuta nel tempo dai padovani, la pizzeria si propone come un’occasione per godere del piacere di una gustosa pizza o per usufruire di un efficiente servizio d’asporto.

Nonostante i pochi metri quadrati, qualche tavolo negli spazi interni e tre tavolini esterni, incorniciati dai suggestivi portici padovani, la pizzeria è ormai un punto di ritrovo, in pieno centro città, per grandi e piccini.  Famosa per la bontà delle sue pizze a base di ingredienti di prima qualità, nasce in realtà come vendita e produzione di un dolce. Il primo a pensarci fu infatti Renato, un giovane toscano, giunto a Padova per svolgere il servizio militare. Profondamente colpito dalla bellezza della città veneta, si innamorò di Padova e decise di mettervi radici aprendo una piccola bottega.
La sua proposta era il “castagnaccio”, il dolce toscano a base di castagne, tipico della stagione autunnale. Nel periodo estivo, con un chioschetto ambulante, affiancava la produzione di dolci di corso Vittorio Emanuele alla vendita di gelati nel suggestivo scenario di Prato della Valle. La pizza viene ideata da Orsucci in un secondo momento.

Il castagnaccio, la pizza in teglia e la toscana “fettunta”, diventano col tempo il punto di forza della storica pizzeria. A vincere è la semplicità della proposta gastronomica che da quasi cento anni gli Orsucci si tramandano, di generazione in generazione. Un menù di pizze di varie dimensioni: mignon, medie, grandi. Un listino “orsuccesco” che affascina e fa parlare anche Tripadvisor, che raccoglie tantissime positive recensioni. Il locale è quasi sempre gremito di gente e per i più impazienti ed affamati è possibile, nel frattempo, ordinare una golosa bruschetta all’aglio o al pomodoro, per calmare la fame e rendere l’attesa più saporita.
Ad accogliere i clienti  vi sono sempre Marco Orsucci con la moglie Paola, affiancati da un giovane team di abili pizzaioli. Il forno a legna è quello costruito dal nonno Renato e tuttora funziona a meraviglia. Si perde il conto di quante pizze vengano sfornate. Alla manualità si affianca anche la cura nella preparazione dell’impasto, steso sui “testi”, tegami di alluminio di varie grandezze utilizzati nell’area toscano – ligure. Ingredienti buoni e genuini, una pizza  che unisce gusto e memoria.
L’attesa è quasi sempre al bancone, arricchita dalla simpatia e dalla gentilezza dei proprietari, con i quali è quasi sempre possibile scambiare quattro chiacchiere. La cura nel dettaglio emerge anche alla consegna, che vede gli squisiti prodotti impacchettati con attenzione da una carta simile a quella della pasticceria.
Professionalità e cortesia rendono questa “boutique del gusto” un punto di ritrovo per accogliere tutti, sia i palati più accomodanti ma anche quelli più esigenti. Una pizza che non delude, con prodotti di garanzia che fanno di questo locale un ottimo punto di riferimento nel panorama culinario patavino.

Elena Chirulli

 

 

 

1 thought on “Pizzeria Orsucci: tra storia e gusto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.